Performance World Class e Snella nelle PMI, Piccole e Medie Imprese - Carlo Scodanibbio, Consulente Industriale, Consulente di Lean Management
scodanibbio.com


Carlo Scodanibbio
Consulenza Industriale
Consulente di Lean Management

corso formativo: programma


home     profilo     consulenza     formazione     eventi     contatti 
Programma Formativo
L'Impresa Snella (Lean Thinking: il Pensiero "Snello") - corso - 3 giorni
L'evoluzione e l'implementazione di principi della Produzione Snella in tutti i processi e settori industriali e commerciali

"quel che ci vuole di più a finire, è il lavoro che non è mai iniziato"

argomenti principali del corso

  • Il concetto di "performance" nel mondo d'impresa. Definizione e metodi di misura della Performance: i metodi relativi ed assoluti - i metodi di auto-valutazione - gli approcci al miglioramento della Performance - il concetto di Performance World-Class.
  • La chiave alla Performance World-Class: il Lean Thinking (--> approfondisci) - cosa significa?
  • Lo scenario: il mondo è cambiato - comprendere i termini del cambiamento - come gestire efficacemente il cambiamento.
  • I pre-requisiti base per ottenere una Performance d'impresa World-Class: 1) essere preparati ad abbandonare la "formula"   2) avere una visione ed una direzione ben chiare e trasmetterle efficacemente a tutto il personale: far sì che tutti comprendano in quale direzione l'impresa vuole andare   3) utilizzare pratiche e discipline "snelle" per arrivarci.
  • I 4 Modelli Organizzativi nella storia industriale: a quale modello assomiglia la tua impresa? - ed è tale modello idoneo per ottenere livelli di performance più elevati? ...oppure ci sono delle forze frenanti? - workshop pratico: come passare allo scanner la tua struttura organizzativa e definire la strategia più idonea per intraprendere il percorso "snello". (--> approfondisci)
  • perché molte imprese private od organizzazioni pubbliche non mostrano una buona performance? Le cause profonde di una performance povera risalgono ad oltre 2 secoli fa. Siamo entrati nel 21° secolo con imprese progettate nel 18° e 19° secolo per funzionare bene nel 20°.... E' forse il nostro DNA industriale ancora inquinato da quei principi ormai obsoleti che originarono la Prima Rivoluzione Industriale? Casi studio reali.
  • Le origini del Pensiero Snello - 1. Ricordati! Sia che lo peschi, lo coltivi, lo allevi, lo estrai dal sottosuolo, lo fabbrichi, lo macini, lo fermenti, lo costruisci, lo vendi, o lo balli o lo canti... qualunque cosa ti faccia: devi generare valore per i tuoi clienti!
  • Le origini del Pensiero Snello - 2. Ricordati! Ogni persona che lavora nella tua impresa fa una di tre cose: a) genera valore per i tuoi clienti - oppure, b) genera o rimescola spreco - oppure, c) non fa assolutamente niente. Le imprese leader avranno sempre la maggior parte delle persone dedicata alla prima di queste tre cose.
  • La filosofia della Gestione per Valore Aggiunto (Value Adding Management) nel mondo industriale: il faro guida per il nuovo millennio - come vedere i processi industriali e commerciali nell'ottica di tale filosofia per massimizzare il valore in uscita ed eliminare ogni spreco - la relazione odierna tra Valore, Produttività e Qualità - come ridisegnare un'impresa sì da generare elevati livelli di Valore in uscita. (--> approfondisci)
  • Analisi Tempi-Costi del Processo Produttivo: come identificare le attività a valore aggiunto e quelle che non aggiungono valore (--> approfondisci) - andiamo al cinema: "riesci a vedere gli sprechi?"
  • L'Eliminazione Sistematica degli Sprechi nel mondo industriale: che cosa si intende per "spreco" - classificazione degli sprechi (di materiali - di manodopera - di macchina - di metodi - di qualità - di pratiche di management - ecc.). (--> approfondisci)
  • L'obiettivo: Processo a Flusso o Processo senza sprechi. (--> approfondisci)
  • Le origini storiche del Lean Thinking: il Just-in-Time - il Lean Manufacturing (Produzione Snella) - la Flow Production (Produzione a Flusso). (--> approfondisci)
  • Il ruolo delle Discipline Snelle per ottenere livelli di Performance più elevati.
  • Il metodo SOPO (Selezione - Ordine - Pulizia - Obbedienza) (--> approfondisci), derivato dalle 5S Giapponesi, è il punto di partenza - come mettere un freno alla proliferazione dello spreco - come ridurre lo spreco - come eliminare lo spreco - studi di casi reali.
  • Le discipline snelle nell'Industria Manifatturiera: il Lean Manufacturing e la sua relazione con altre discipline del World-Class Manufacturing - la TPM (Total Productive Maintenance o Manutenzione Produttiva Totale) (--> approfondisci) - il Total Quality Management (--> approfondisci) - la Metodologia 6-Sigma (--> approfondisci) - la disciplina del Riattrezzaggio Rapido (--> approfondisci) - la Produzione a Cella e le tecniche di Flusso Continuo (--> approfondisci) - il Value Stream Management (Gestione del Corso del Valore) ed il Value Stream Mapping (Mappaggio del Corso del Valore) (--> approfondisci).
  • Il problema dei "Lotti" nell'Industria Manifatturiera. Il sistema produttivo "a piccoli lotti": più piccolo è il lotto minore è lo spreco! - workshop interattivo: produzione "a pezzo singolo" contro produzione a lotti.
  • Come abbattere drasticamente tutti i tempi con la Produzione a Flusso Continuo: produci e consegna oggi quel che il cliente ha ordinato ieri! Andiamo al cinema: casi reali di Produzione a Cella ed a Flusso.
  • La conversione di principi di Lean Manufacturing per l'utilizzo in altri settori industriali: l'implementazione del concetto produttivo "a pezzo singolo" nell'Industria dei Servizi (Settore Pubblico, Terziario, Imprese Commerciali, ecc.) e nell'Industria Progettuale od operante "a contratto" o "su commessa" - il risultato: Processo a Flusso (--> approfondisci) per l'Industria dei Servizi e Lean Project Management (Gestione di Progetto/Commessa "snella") (--> approfondisci) per l'Industria Progettuale e delle Costruzioni.
  • I 5 concetti base del Pensiero Snello: 1) Valore (così come definito/percepito dal cliente) - 2) Corso del Valore (il modo in cui il Valore viene prodotto e consegnato) - 3) Flusso (interno, lato impresa - ed esterno, lato cliente) - 4) Tiro o Pull (il Valore deve fluire "tirato" dal mercato) - 5) Eccellenza (il miglioramento continuo dell'impresa snella)
  • Gli obiettivi preliminari del Pensiero Snello: ridurre i passi di processo a metà - ridurre i tempi di processo a metà - ridurre gli errori a metà. Gli obiettivi susseguenti: ridurre i passi di processo solo a quelli a valore aggiunto - ridurre i tempi di processo solo a quelli a valore aggiunto - zero difetti.
  • La resistenza e l'opposizione alla transizione snella: la tavola delle scuse - la mentalità "a lotti" - la sindrome di "spingere" - la mentalità del "nastro convogliatore". Come si abbatte la resistenza e la riluttanza.
  • Il Pensiero Snello ed i suoi strumenti vecchi e nuovi per "vedere" ed eliminare lo spreco: l'Osservazione dei Tempi - il Diagramma di Carico - l'approccio 5W2H - il metodo dei 5 perché (5Why) - il principio del Tempo di Takt - i Circoli della Comunicazione - la Mappatura del Processo e del Corso del Valore - il Diagramma a Spaghetti (--> approfondisci) - le Carte di Flusso. Esercitazioni pratiche e studio di casi reali.
  • Lo strumento principe del Pensiero Snello: il Pensiero Creativo.
  • I principi e gli strumenti del Pensiero Snello e della Produzione a Flusso, sono adatti a tutti i settori industriali? La risposta è sempre SI!
  • Produzione a Flusso nell'Industria dei Servizi: workshop e studio di casi reali. Esercitazione pratica: come realizzare processi a flusso Poka-Yoke (a prova di errore) in ogni attività di servizio. Il concetto del Recupero del Servizio. Applicazione pratica di tecniche di Pensiero Snello nell'Amministrazione e nel lavoro d'ufficio.
  • Il Project Management odierno è "Snello" (--> approfondisci): come diventare "lean" in ambito di commessa o contratto e nello sviluppo di nuovi prodotti o servizi - il segreto "pianificazione snella" - workshop e studio di casi reali. Il concetto cardine del Last Planner (l'ultimo pianificatore), per eliminare ogni spreco nei lavori su commessa o di engineering. La gestione snella in siituazioni multi-commessa o di contratti simultanei: l'impatto della Teoria dei Vincoli ed i benefici dell'eliminazione/riduzione del multi-tasking.
  • L'aspetto della Qualità in ottica "snella": quando il polverone si depositò....: i principi odierni di Total Quality Management e le differenze tra oggi e 10-15 anni fa - la relazione tra Assicurazione di Qualità fondata su principi ISO ed il TQM - è veramente efficace il sistema ISO? - Ed è meglio, per un'impresa, affrontare l'aspetto della qualità "top-down" (stile ISO) oppure "bottom-up" (stile Kaizen e miglioramento continuo)? - si possono combinare i due approcci? - come armonizzare un sistema ISO di Assicurazione Qualità con un sistema TQM indirizzato al traguardo "zero difetti"? I processi "snelli" richiedono il giusto "mix" dei due approcci. La tecnica del "gira il pannello".
  • La metodologia 6-Sigma tesa all'eliminazione dei difetti di qualità ed alla riduzione della variabilità dei processi: presentazione panoramica. E' possibile associare i 2 approcci "lean" e "6-Sigma"? Come vedere nel 6-Sigma un elemento di una panoramica più estesa, tesa al miglioramento globale della performance d'impresa. (--> approfondisci)
  • La via più breve al traguardo degli zero difetti: la tecnica Poka-Yoke (--> approfondisci) (a prova di errore) si può applicare ad ogni processo di ogni settore industriale. Workshop interattivo.
  • L'area impianti e macchine: la filosofia guida è sempre la TPM, Total Productive Maintenance (--> approfondisci). perché la TPM odierna è una disciplina "snella". La competitività industriale oggi è basata sul motto "prima i metodi, poi la tecnologia!". Come prevenire errori tecnologici macroscopici (il vicolo cieco "super-star-galactica"). Quali macchine si possono considerare idonee ad un ambiente snello e quali non. Qual è il layout impianti ideale per una sana Produzione a Flusso. Come ridurre sistematicamente gli sprechi in operazioni a medio/elevato contenuto di automazione e meccanizzazione. Studi di casi reali: come armonizzare persone e macchine in processi disegnati per produrre valore elevato in uscita.
  • Si può utilizzare la TPM nell'Industria dei Servizi ed in quella Progettuale/Costruzioni/Cantieristica? La risposta è SI. Studio di casi reali.
  • Applicazioni pratiche di Lean Thinking nel Marketing (il motto: "pensa come un cliente!"), nello Sviluppo Prodotti e Servizi, nello Sviluppo di Software.
  • Applicazioni pratiche di Lean Thinking nel Settore Pubblico.
  • Applicazioni pratiche di Lean Thinking nell'Industria Mineraria ed in quella operante a Processo Continuo.
  • Il Lean Thinking e la Catena del Valore (--> approfondisci): l'integrazione dei fornitori e la partnership con i clienti - la Lean Supply Chain. La ricerca sistematica delle opportunità (--> approfondisci). Studio di casi reali.
  • L'Eccellenza. Il miglioramento continuo della Performance d'impresa: il metodo Kaizen "occidentalizzato" - perché la Qualità e la Produttività sono i due lati della stessa medaglia e dovrebbero migliorare simultaneamente - strumenti di base per il miglioramento continuo: dal Problem Solving tradizionale ai "nuovi 7 strumenti". I pre-requisiti, i limiti e le condizioni da rispettare nel metodo kaizen - perché può fallire - come assicurarne il successo. Il Kaizen "Snello": direzione, strategia, energia mentale, approccio dell'uomo povero, strumenti, tecniche, lavoro di gruppo. (--> approfondisci)
  • Le problematiche del lavoro di gruppo efficace: workshop interattivo.
  • Il Lean Thinking e le Persone: come inserire persone in processi ad alto valore aggiunto in uscita - come far comprendere alle persone la differenza tra attività mono-specializzazione/mono-funzione e processi multi-specializzazione/multi-funzione - come trasmigrare da compiti semplici a processi semplici (--> approfondisci) - workshop interattivi.
  • Pensare "snello": la risorsa ultima. Le differenze principali tra il pensiero "automatico" tradizionale del vecchio mondo ed il pensiero creativo e proiettivo del nuovo mondo (--> approfondisci). La Seconda Rivoluzione Industriale.
  • La gestione dell'impresa "snella": i nuovi motti ("snello è bello..." - "piccolo è bello..." - "semplice è bello...") - i principi positivi del modello Italiano fondato sulla piccola impresa e la loro applicazione in ogni settore industriale. Casi studio: l'intraprenditorialità - la decentralizzazione - il business senza fabbrica e senza uffici - il principio della "replica".
  • Lo scenario degli anni a venire: come si evolveranno le imprese world-class nei prossimi 10 anni? E' possibile che la nostra concezione d'impresa tradizionale e confortevole si evolva verso modelli più snelli? E la piramide, si appiattirà fino a raggiungere livelli minimi? Ed il fenomeno dell'impiego e del lavoro come lo conosciamo oggi, sparirà gradualmente? Comprendere il trend e prepararsi alle sfide future è la chiave.

durata del corso

Durata: 24 ore (durata tipica)

obiettivi del corso

Partecipare a questo corso significa:

  • Comprendere come il pensiero snello si è evoluto negli ultimi 15 anni e come si applica a settori industriali diversi e processi di business di ogni genere
  • Comprendere la filosofia del pensiero snello, i suoi obiettivi ed i fattori critici per il successo
  • Apprendere come far sì che si sviluppi una cultura snella in seno a tutta l'organizzazione
  • Mettere in pratica idee snelle e ripensare ex novo i processi organizzativi ed operativi lungo tutta la catena del valore
  • Saper sviluppare strategie e programmi realizzativi di medio e lungo termine per incorporare principi snelli nei processi primari e di supporto
  • Evitare i passi falsi che sarebbe altrimenti possibile compiere durante il cammino verso pratiche snelle
  • Identificare i requisiti chiave per coinvolgere tutto il personale in iniziative di tipo snello
  • Capire quali sono le strutture organizzative che permettono l'ingresso nel mondo snello ed aprono la porta a miglioramenti della performance di rilievo elevato
  • Saper mettere in atto strategie per migliorare la performance d'impresa attraverso le persone ed il loro pensiero, assicurando altresì la loro soddisfazione sul lavoro
  • Comprendere in dettaglio l'evoluzione del pensiero snello ed il suo continuo progredire verso uno scenario futuro caratterizzato da contorni affascinanti

a chi è indirizzato il corso

Direzione Generale d'impresa pubblica o privata - Personale chiave dedito allo sviluppo del Planning Strategico d'impresa - Manager di livello alto e medio nei settori: operativo - produzione - manutenzione - qualità - R&S - risorse umane e gestione personale - amministrazione e finanza - commerciale e marketing.

Settori industriali interessati: Manifatturiero - Industria dei Servizi e Terziario - Settore Pubblico e Para-Statale - Industria Progettuale, Costruzioni e Cantieristica

messaggio di Carlo Scodanibbio ai partecipanti

Egregi partecipanti a questo corso,

Il pensiero snello sta cambiando il modo in cui le imprese operano. Non più arroccate sui paradigmi del pensiero "di massa" tradizionale, parecchie imprese, comprese quelle progettuali e del settore terziario, hanno cercato di adottare alcune parti del sistema produttivo della Toyota e la filosofia snella. Molte hanno fallito nell'intento. Altre si sono affrettate a seguire un corso Lean, e si sono auto-proclamate LEAN. Ma ben poche hanno veramente affrontato seriamente il percorso del miglioramento radicale della performance e della competitività possibile ed attuabile quando si cambiano drasticamente gli schemi mentali del passato.

Alcune ricerche condotte dalla Gallup hanno rivelato che meno del 30% del personale d'impresa è veramente coinvolto nel proprio lavoro. Altre ricerche hanno svelato che un 25% - 40% addizionale di ogni soldo speso a libro paga se ne va a remunerare attività di spreco o comunque non a valore aggiunto. E' facile concludere che circa il 40% delle spese di personale di un'impresa se ne va in niente. E' possibile, per la vostra organizzazione, tollerare una situazione del genere?

Questo corso sarà un shock per parecchi di voi, perché demistifica tutti i principi tradizionali della prima rivoluzione industriale sui quali la maggior parte delle imprese, ancor oggi, sono strutturate, od attorno ai quali esse operano.
Presentando in dettaglio la filosofia della seconda rivoluzione industriale e gli strumenti e le discipline disponibili a tutte le imprese per funzionare in modalità "eccellente", questo corso apre la porta a pratiche snelle per chiunque: a) sia pronto ad ascoltare il messaggio    b) sia aperto ad abbandonare principi, formule ed approcci ormai obsoleti     c) desideri veramente intraprendere il cammino snello.

Questo corso vi dimostrerà che la competitività, oggigiorno, non si può più raggiungere o sostenere semplicemente tagliando i costi o rinnovando la tecnologia: perché il taglio dei costi ha un limite inferiore (mentre il miglioramento della performance ottenuto massimizzandoli valore ed eliminando gli sprechi non ha limiti) - e perché la tecnologia da sola non può generare quel tipo di valore di cui le organizzazioni oggi hanno bisogno per affrontare adeguatamente le sfide del nuovo millennio.

Questo corso è l'estrapolazione logica ed ultima del mio corso sulla Produzione Snella. Esso dimostra che i principi snelli possono e dovrebbero essere adottati in tutti i processi di tutti i settori industriali e commerciali. Dimostra inoltre che il "pensiero" è quello che più necessita di cambiamenti a tutti i livelli di un'organizzazione. E solo in tal modo, e creando le giuste condizioni, si può migliorare veramente la performance.

Carlo Scodanibbio

ulteriori chiarimenti

Per richiedere ulteriori delucidazioni su questo corso si prega di utilizzare il seguente modulario:
(le aree marcate * devono essere compilate)

Nome* Cognome*
Società* Ruolo*
Indirizzo Indirizzo Postale
Città e CP Paese*
Telefono Fax
Indirizzo E-Mail*

Formulare la richiesta di delucidazioni qui sotto:


Grazie - questa richiesta verrà evasa quanto prima.


Per vedere la lista dei corsi formativi più gettonati condotti da Carlo Scodanibbio fai click qui.

Per saperne di più sull'approccio di Carlo Scodanibbio alla formazione fai click qui.

 

 

https://www.scodanibbio.com
Per usufruire appieno di tutte le caratteristiche del sito, attivare il JavaScript e consentire i pop-up

Ti invito a visitare anche i seguenti siti web, tutti relativi alle attività di Carlo Scodanibbio: