This Web Site in English Sito Web in Italiano
Carlo Scodanibbio - Consulenza all'Industria - Prospetti Sinottici - Performance world-class, snella, nella PMI 15
 
Cultura Industriale world class


Qual'é il significato di cultura per l'impresa del nuovo mondo ?

A livello individuale, per cultura s'intende "l'ottica di visione" attraverso la quale vengono "guardati", compresi e giudicati i fenomeni di questo mondo, sì da prendere iniziative a riguardo.

A livello d'azienda, il significato é praticamente identico: per cultura d'impresa s'intende "l'ottica di visione" globale delle persone di quell'azienda.

Ma con una differenza: quando "l'ottica di visione" é comune e condivisa, possiamo riferirci ad essa come cultura industriale.
Quando non lo é, ossia quando le persone hanno diversi angoli di visione ed interpretazione, ed inconsistenti, o perfino contraddittori, allora non é il caso di parlare di cultura industriale, ma piuttosto di pasticcione industriale.

La cultura di un'azienda può avere sfaccettature diverse. Tre situazioni possibili:

  • Gli "angoli di visione" delle persone sono "sparpagliati", "frammentati", "inconsistenti", "discontinui" e perfino "conflittuali".
    Ecco, in questo caso non chiamiamola cultura industriale, chiamiamola con il suo vero nome: pasticcione industriale.
    Le persone, in una tal situazione, non solo hanno idee diverse, valori diversi e principii diversi - hanno anche obiettivi diversi, inconsistenti, "incongruenti", e perfino conflittuali (conflittuali con quelli dell'azienda....).
    Il che accade non solamente ai livelli bassi, può accadere anche a livelli medio-alti: anche i top manager di un'azienda possono trovarsi in una tal situazione.
    la non congruenza degli obiettivi
    Quando questa é la situazione, l'azienda esiste per caso ed opera per caso.
    Non é detto che tal tipo di azienda sia in una situazione fallimentare. Sono molte le aziende che sopravvivono ed operano in tal guisa ed, in taluni casi, prosperano anche.
    E tuttavia, nell'ottica di visione del nuovo mondo, del mondo dopo il cambiamento, tali aziende andrebbero considerate un "disastro industriale". Esse potrebbero andare avanti ancora a lungo - o potrebbero sparire nel corso di una notte, dovesse qualche nuovo ed imprevisto fattore di cambiamento intervenire repentinamente.....
  • Le angolature di visione sono abbastanza comuni e persino condivise tra le persone, spesso "a gruppi" - ma esse non sono in linea con quelle della direzione e della proprietà.
    In tal caso, é possibile e comune che i principii e valori culturali rimangano "confinati" solo ad un certo numero di persone (un numero ristretto).
    Per quanto riguarda gli obiettivi aziendali, essi sono abbastanza ben definiti, ma non sono "supportati/condivisi" da tutti ed a tutti i livelli. In genere, tuttavia, gli obiettivi delle persone non sono conflittuali con quelli dell'azienda.
    mentalità
    In questo tipo di aziende c'é una mentalità, anzi un numero di mentalità.
    A livello medio e basso le persone agiscono ed operano solo perché "lavorare é necessario". Le persone hanno un certo interesse per il loro lavoro, ma abbastanza limitato. Sembra quasi che esse abbiano "due menti": una per l'orario lavorativo, ed una per il tempo post-lavoro. Il loro motto prediletto é ".....per fortuna ci sono anche i Venerdì....".
    In tali aziende, generalmente le cose succedono grazie a sforzi notevoli al vertice, il sistema di governo dell'intero sistema.
    L'accento é sul mantenimento dello status quo. I problemi vengono risolti perché "...in fondo siamo pagati per risolvere i problemi...". Molto spesso le soluzioni adottate sono dei "tappabuchi". Il "cambiamento" viene considerato fumo negli occhi. Il "nuovo", od ogni cosa che in qualche modo rompa la routine, in genere provoca riluttanza, molto spesso resistenza.
    In questi casi non possiamo ancora parlare di cultura industriale, ma piuttosto di mentalità industriale obsoleta.
  • Le angolature di visione sono abbastanza allineate, consistenti e congruenti a tutti i livelli - come minimo, per quanto concerne gli "angoli di giudizio" sia della performance aziendale che delle performance individuali.
    Gli obiettivi aziendali sono compresi ed accettati. E gli obiettivi di lavoro delle persone sono in linea con quelli dell'azienda.
    congruenza di obiettivi
    La visione, idealmente una Visione Snella, é "condivisa". I principii e valori aziendali sono conosciuti, compresi, accettati e "praticati" a tutti i livelli. Le persone sostengono l'immagine aziendale e contribuiscono ad esaltarla. La comunicazione é piuttosto omogenea a tutti i livelli.
    cultura industriale
    In una tal situazione, possiamo affermare che siamo in presenza di una cultura industriale world class e "snella".

tavola di navigazione tra prospetti sinottici
(puntando il mouse sopra il numero dei prospetti sinottici pubblicati si otterrà la loro descrizione)
01 02 03 04 05 06 06b 06c 07 07b 07c 08 09 10 11
12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 37b 37c 38 39
40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 51b 51c 52
52b 52c 52d 52e 53 54 54b 54c 54d 55 56 56b 56c 56d 56e
58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 71b

 

 
https://www.scodanibbio.com
Per usufruire appieno di tutte le caratteristiche del sito, attivare il JavaScript e consentire i pop-up - pregasi riferire ogni anomalia funzionale alWebMaster